Meme a bordo

Stanchi dei soliti ragguagli su cosa è bene fare e non fare quando si è a bordo di un volo di linea?

Per tenere la gente incollata ai piccoli schermi di bordo, la Delta Air Lines ha realizzato il proprio video sulla sicurezza proponendo una summa dei più noti meme della rete.

E per aiutare i passeggeri meno hi tech a capirli tutti, una lista elenca cosa è cosa.

Ad ideare la genialata è stata l’agenzia Wieden + Kennedy New York.

Buona visione!

delta-internetest-hed-2015DeltaAirLines_TheInternetestSafetyVideoontheInternet15campaign_nyan-20150521050544826delta_inflight_internet_meme

0:03 Keyboard Cat
0:18 Double Rainbow Guy
0:26 Annoying Orange
0:30 Roomba Cat
0:45 Rahat’s Prank
1:05 Evolution of Dance
1:25 Slow Mo Guy
1:43 Harlem Shake
1:51 Deltalina
1:52 Screaming Goat
2:02 Internet Browser
2:23 Peanut Butter Jelly Time
2:31 Dramatic Chipmunk
2:48 Charlie Bit My Finger
3:23 Clicking Finger
3:51 Overly Attached Girlfriend
4:02 Ice Bucket Challenge
4:09 Dancing Baby (Dancing Baby Animation provided courtesy of Autodesk, Inc. © 1999)
4:15 Hamsters Eating Burritos
4:25 Nyan Cat
4:32 Doge
4:48 Mentos & Coke

La danza delle dimissioni

Marina Shifrin, una ragazza americana di 25 anni, ha deciso di licenziarsi dalla compagnia taiwanese di videonews alle 4.30 del mattino di ieri, comunicando la sua decisione al capo con un video in cui canta e balla tra le scrivanie, sulle note di una canzone di Kanye West. In sovraimpressione, il messaggio che spiega le motivazioni della ragazza: “Per quasi due anni ho sacrificato le mie relazioni, il tempo e l’energia per questo lavoro e il mio capo si preoccupa solo delle quantità e del numero di visualizzazioni che ogni video ottiene. E cosi’ – conclude – è con un video che gli faccio sapere che me ne vado…”.

Intanto il suo video su Youtube sta collezionando migliaia di click.

via

La Guerra dei Social continua…

La risposta di Zuckenberg a Vine? Instagram può ora registrare video.

Ma le differenze fra queste due piattaforme ci sono… e si fanno notare. Partiamo dalla durata: i 6 secondi di Vine sono stati più che raddoppiati da Instagram, che porta la durata del video a 15 secondi. Inoltre, una volta che si registra un video con Vine, non si può tornare indietro. Instagram da invece la possibilità di cancellare i frame selezionati e registrare nuovamente una parte del video. Dopodichè, entra in gioco la caratteristica che ha reso Instagram la killer app che è oggi: sono stati realizzati 13 nuovi filtri appositamente per i video. Quanto allo sharing, mentre Instagram resta un mondo chiuso (è possibile visualizzare i video solo nella App o nella versione desktop) Vine permette lo share anche su un sito web tradizionale. In merito alla Timeline c’è da dire che a differenza di Vine, Instagram non permette ancora di scegliere di visualizzare solamente i video e non le foto.

A voi la scelta….

Ma in fondo… perché scegliere?

Scaricatele entrambe!

(via)

Il primo video di YouTube compie 8 anni

Il primo video in assoluto di YouTube si chiama Me at the zoo, fu caricato il 23 aprile 2005 dall’utente jawed (Jawed Karim, uno dei tre fondatori del sito di video sharing), e ritrae per 20 secondi proprio Karim davanti la gabbia degli elefanti allo zoo di San Diego il 23 aprile del 2005 alle ore 20:27.

Dopo un anno e cinque mesi, YouTube viene venduto a Google per 1,65 miliardi di dollari.