La mappa del teSUONO

Glenn McDonald, data alchemist di Spotify, si è preso la briga di classificare tutti i nuovi generi musicali con l’aiuto di sofisticati software. Il risultato è stato la categorizzazione di oltre 60 milioni di pezzi per un totale di 1.387 sottogeneri.

Utilizzando uno strumento chiamato machine listening, le canzoni vengono analizzate dall’unità music-intelligence di Spotify, l’Echo Nest, basata sulle loro firme digitali per fattori come il tempo, l’acustica, l’energia, la ballabilità.

Ma la cosa più bella è la rappresentazione visiva delle sottili differenze sonore di everynoise.com: una vera e propria mappa musicale che pone i suoni meccanici in alto, organici in basso, atmosferici a sinistra ed elastici a destra.

Provare per credere! (meglio via desktop)

Immagine

via

Future Packaging

Il mondo del marketing non smette mai di stupirci, ma le proposte grafiche dei pack di alcuni prodotti non possono che farci sorridere e… sperare che diventino reali… almeno in limited edition! :

L’irriverente camomilla del pubblicitario Pascal Lefebvre.

Le gomme da masticare del designer Hani Douaji.

‘Il vecchio e il mare’ reinterpretato da Nina Marie Cornelison.

E la cu-bottiglia disegnata da Petit Romaine per Hineken… ottima per risparmiare spazio in frigorifero!