Happy B-day Feisbuc

4 febbraio 2004, dieci anni fa nasceva Facebook, il social network più diffuso e popolare del nostro Paese compie dieci anni. Il mondo dei social media non è stato più lo stesso.. e anche noi ci sentiamo parte della rivoluzione mediatica che è riuscito a scatenare.

Quindi tanti auguri Feisbuc.

100 di questi giorni…

Locandine rivisitate

I ragazzi di College Humor si sono chiesti: cosa succederebbe se i titoli dicessero la verità sui film?

La risposta hanno provato a darsela modificando le locandine dei alcuni dei film candidati agli Oscar 2014.

Ed ecco il risultato:

Her

Gravity

American Hustle

12 Anni Schiavo

The Wolf of Wall Street

Philomena

Nebraska

(via)

Hello Beer!

ht_hello_kitty_beer_kb_130904_16x9_992

Una birra con il faccino dell’allegra gattina non poteva non scatenare polemiche… e lo ha fatto, dato che qualcuno ha obiettato che, essendo Hello Kitty un marchio tipicamente associato all’infanzia, non dovrebbe essere utilizzato per vendere alcolici. Nello specifico, si tratterebbe di birre alla frutta in sei varianti (tra cui banana, lime e limone, frutto della passione e pesca), molto di moda nei paesi asiatici, ma in genere non molto apprezzate da europei e americani e, pertanto, non ci sarebbero progetti di vendita al di fuori dell’Asia. La birra è molto leggera, dai 2,3 ai 2,8 gradi, e dal sapore estremamente (c’è chi direbbe eccessivamente) dolce e saporito. 

Insomma… l’ennesimo prodotto intenerito dalla gattina più famosa del pianeta.

Forse Algida rifà il Winner Taco

WinnerTaco

Da qualche anno, per gioco o meno, è nata sulla pagina ufficiale Facebook di Algida una “campagna” spontanea per la reintroduzione sul mercato del Winner Taco, un gelato prodotto negli anni novanta e da una decina di anni non più presente nel catalogo dell’azienda. Forse ci siamo.

Immagine

 

Per un’analisi dell’impatto di questa “campagna” a livello di marketing, tra l’altro, esiste un interessante articolo di Ninja Marketing.

Narcisismo da social media

La sindrome da selfie ci sta rendendo patologicamente narcisisti, ovvero privi di sensibilità verso gli altri, bisognosi di ostentare la propria grandiosità e di essere adulati. Questa infografica spiega come si manifestano gli effetti legati all’uso smodatamente autoreferenziale dei diversi social media.

narcisismo_social_media

Polli vs Jaguari

Mercedes aveva diffuso lo scorso settembre  un inventivo e originale spot che aveva come protagonista un pollo: icona di stabilità per la particolare indipendenza dei suoi movimenti, sottolineata dalla canzone di Diana Ross ‘Upside down‘.

Dopodiché Jaguar ha pensato bene di diffondere, a partire da oggi, una campagna che prende in giro quello spot… spietato ma efficace.

(via)

18-3224… Il colore del 2014

Pantone detta i trend cromatici del 2014 svelando il colore che farà tendenza: il 18-3224 Radiant Orchid.Pantone ha descritto il suo Radiant Orchid come ‘un magico calore che affascina gli occhi e fa viaggiare l’immaginazioneÈ un viola espressivo, creativo e avvolgente, che trasporta in un seducente incantesimo. Un’accattivante armonia di fucsia, viola e tonalità di rosa, Radiant Orchid trasmette gioia, amore e benessere’.

La scelta del colore dell’anno da parte di Pantone non è mai casuale, ma segue un’indagine analitica approfondita e trasversale a moltissimi settori: dal beauty al fashion, dal travel and leisure fino all’hi-tech e all’entertainment. Un’ispirazione calda e avvolgente per quest’anno, scelta per il suo carattere creativo, originale e versatile in chiave moderna, vitale ed energica che vuole incoraggiare l’innovazione, la creatività e l’originalità. In particolare, saranno beauty e fashion ad essere protagonisti con questo colore, grazie ai perfetti abbinamenti con differenti nuances di pelle, occhi e capelli e all’incantevole accostamento con gli outfit più creativi.

(via)

 

Google earth per Hobbit

Lo Hobbit: la desolazione di Smaug

Mancano pochi giorni all’uscita del nuovo capitolo di Lo Hobbit, la trilogia nata dal successo de Il Signore degli Anelli, il blockbuster scritto da Tolkien ma diretto da Peter Jackson, intitolato La Desolazione di Smaug. Anche Google ha voluto celebrare l’uscita del nuovo episodio con un progetto ideato appositamente per Chome: Viaggio nella Terra di Mezzo… Praticamente Google earth riadattato all’universo fantastico della Terra di Mezzo. La mappa è interattiva e racchiude momenti di approfondimento e gioco legati al Movie.

Check it out!

Consegna standard, prioritaria o via DRONE?

Amazon userà la consegna via drone entro i prossimi 4-5 anni

Jeff Bezos, CEO di Amazon, ha annunciato (durante lo show della CBS) che il reparto Ricerca e Sviluppo della sua società sta sperimentando una nuova modalità di consegna: quella via drone. L’obiettivo è la consegna degli ordini nelle mani dei clienti in 30 minuti o meno con il nuovo servizioAmazon Prime Air“ in un raggio di circa 15 chilometri dal centro di distribuzione più vicino.

La maschera per controllare i sogni

Nata con un progetto su Kickstarter, Remee è la prima mascherina a led che consente di raggiungere lo stato di ‘sogno lucido’: non si tratta solo di un espediente cinematografico alla Inception, ma di un fenomeno possibile che si basa sul fatto di rendersi conto di stare sognando, qualcosa di simile a quel che accade nelle fasi di dormiveglia o quando ci si rende conto che un sogno sta per finire.

Remee: una maschera per controllare i sogniRemee, il progetto di Bitbanger Labs , è una maschera da apporre sul viso prima di andare a dormire, che contiene al suo interno una striscia di led posta all’altezza degli occhi e che funziona così: i led possono essere programmati per accendersi in base a sequenze predeterminate, così da creare dei pattern di luci. Basta programmare una sequenza e impostarne l’accensione durante la fase REM del sonno. Proprio nel bel mezzo del sogno, i led si accenderanno e – durante il sonno stesso – il dormiente riconoscerà la sequenza di luci e si renderà conto di stare sognando in modo… controllato.

Remee: una maschera per controllare i sogniRemee non è dotata di costosi sensori neurali (è attualmente in vendita a 95$), e non è in grado perciò di riconoscere quando inizia la fase REM; l’unico modo per attivare la sequenza è impostare un timer, ma il risultato può essere una stupefacente emozione che spalanca nuove e suggestive possibilità per l’esplorazione dei sogni ma che richiede tempo, sforzi e costanza.

Ma in fondo… non sarebbe un sogno?