Il crowdfunding per il fan-film su Dylan Dog

E’ partita su indiegogo la campagna crowdfunding (no-profit) per realizzare Dylan Dog – Vittima degli eventi, un nuovo film, interamente finanziato dai fan, sull’indagatore dell’incubo. L’idea è venuta a Luca Vecchi (The Pills) e Claudio Di Biagio (Freaks!) dopo aver visto lo scempio della trasposizione cinematografica americana di un paio di anni fa del fumetto di Tiziano Sclavi. Al progetto, senza scopo di lucro e realizzato esclusivamente per dare finalmente a questa pietra miliare del fumetto italiano una dignità cinematografica degna della versione su carta, partecipano altri “famosi” delle web-series italiane, come Matteo ‘Canesecco’ Bruno e la troupe di TheJackaL.

L’obiettivo è raccogliere 30.000 €. Daidaidai.

(via)

Annunci

I 50 anni di Gondry e l’onta del titolo italiano più sbagliato di sempre

Oggi compie 50 anni Michel Gondry, idolatrato regista francese in uscita a breve al cinema con Mood Indigo (L’Écume des jours), film onirico con Audrey Tautou e Romain Duris tratto da un romanzo di Boris Vian. A parte una sfilza di videoclip (per Bjork, Paul McCartney, White Stripes, Radiohead ecc.), il suo film più famoso, e forse più bello, è del 2004 ed è Infinita letizia della mente candida (con Jim Carrey e Kate Winslet), ed è proprio questo il regalo che vogliamo fare a Gondry per il suo mezzo-secolo: rendere giustizia a una delle pellicole più belle degli ultimi anni chiamandola col nome tradotto per bene, non col titolo con cui tutti, ahimè, lo ricordiamo.

Alien 2, il seguito italiano che beffò Hollywood

Alien_2_-_Sulla_Terra_Screenshot_titolo

Ciro Ippolito, attore, regista e produttore cinematografico, uscito nel ’79 dal cinema Adriano di Piazza Cavour a Roma dopo aver visto il capolavoro di Ridley Scott Alien, decise che ne avrebbe girato il seguito. Così. Assodato che ‘Alien’ non era un marchio registrato, dopo aver dilapidato l’iniziale budget messo a disposizione per fare un viaggio a Cannes con due ragazze, Ippolito e il produttore Angiolo Stella girarono buona parte del film nelle Grotte di Castellana, senza scenografie e con pezzi di trippa intorno all’obiettivo a simulare la soggettiva del “mostro”. A nulla valsero le azioni legali della 20th Century Fox: ‘Alien’ non era sotto copyright, e il film uscì in quasi tutto il mondo col titolo Alien 2 – Sulla terra, riscuotendo scarso successo in Italia e negli USA ma non andando così male nel resto del mondo. La critica invece, quasi all’unanimità, lo boccia senza appello.

Lupin III in carne e ossa (e con forte cadenza capitolina)

Basette è un bellissimo cortometraggio di Gabriele Mainetti del 2008. E’ il viaggio mentale di Antonio (Valerio Mastandrea), un ladro che, in fin di vita su un marciapiede dopo una rapina finita male, immagina per sè stesso un finale diverso, in cui lui è Lupin e i suoi due amici (Marco Giallini e Daniele Liotti) Jigen e Goemon. A completare il cast Flavio Insinna nei panni di Zenigata e Luisa Ranieri in quelli di Fujiko.

La nuova canzone degli Xx

Si chiama Together ed è il brano che gli Xx hanno appositamente composto per la colonna sonora de Il grande Gatsby, versione cinematografica del classico di F. Scott Fitzgerald firmata da Baz Luhrmann con Leonardo Di Caprio, dal 16 maggio sugli schermi nostrani.