Il Music Business torna al Vinile…. quello digitale

La più grande etichetta di musica dance del mondo, la tedesca Kontor Records, ha deciso di  escludere qualsiasi mezzo di promozione obsoleto come CD, DVD e e-mail  e mandarli definitivamente in pensione.

La Kontor Records, infatti, avendo bisogno di un modo innovativo per promuovere una nuova traccia di Boris Dlougosch ha preferito un’innovazione ‘retro-future’ e, con il supporto di  Ogilvy Deutschland, ha dato vita ad una campagna di marketing non convenzionale davvero cool.  Concentrandosi e tenendo l’attenzione su di un pubblico nostalgico e appassionato di musica e per attirare l’attenzione delle agenzie pubblicitarie, l’etichetta ha spedito ai potenziali ‘decision maker’ un vinile 33 giri.

L’LP fisico arriva in una busta che si ripiega in un giradischi 2D stampato con un codice QR. Per attivare la riproduzione musicale bisogna poggiare il vinile sull’alloggiamento del piatto rotante, attivare l’apposito codice QR con il proprio smartphone e posizionare il telefonino in modo che funga da testina di lettura. Mentre la sorgente della musica è tutta digitale, i controlli imitano quelli di un giradischi effettivo, dal design vintage ed elegante. IL risultato? Circa il 71% delle 900 agenzie pubblicitarie coinvolte nella campagna hanno ascoltato il vinile usando il QR Code. Inoltre, questo metodo consente di avere un riscontro più attendibile, poiché permette di tracciare i download del file, cosa che non è possibile fare con i CD  (e sapere se sono stati realmente ascoltati). Inoltre si pensi anche al concetto di sostenibilità e di come quel QR Code permetta una minore circolazione di supporti fisici come appunto il cd-rom.

Un’app, quindi,  capace di regalare l’emozione di poter fondere assieme il piacere di riscoprire la qualità audio del vecchio LP con le nuove tecnologie mobili. 

Annunci

Is this the world’s best bench?

Premiato al Cannes Lions 2013 nella categoria P.R., questo ambiente esperienziale raggiunge il suo scopo: far provare l’esperienza di un volo Virgin, con hostess premurose, buon cibo, film e videogiochi. Si tratta dell’‘Upper Class Park Bench‘ collocata nel parco nei pressi del Flatiron Building a New York da Young & Rubicam per una campagna esperienziale ideata per Virgin. Coloro che hanno avuto la fortuna di sedersi su questa panchina sono stati deliziati da un quartetto d’archi, sono stati serviti di champagne e haute cuisine da impeccabili assistenti di volo, hanno assistito ad uno spettacolo dal vivo, che comprendeva anche un nobile destriero, e ad un flash-mob.

via

Un’app che lascia il segno

Da quest’estate le scritte ricordo per lasciare un segno del proprio passaggio potranno essere virtuali grazie a LeaveOn, una nuova app che permette di tappezzare di messaggi i luoghi senza deturparli fisicamente. Scaricando l’applicazione gratuita (iOS o Android) è possibile lasciare messaggi localizzati col GPS – i cosiddetti ‘Balloons’ – nel luogo in cui ci si trova: scritte e foto, pubbliche o private, saranno visibili su tablet o smartphone nel raggio di 50 metri da chiunque abbia scaricato la app.

LeaveOn è stato già collaudato con buoni risultati alla Casa di Giulietta a Verona.

 

via

Pensa. Mangia. Conserva: World Environment Day

‘Think. Eat. Save’ è il motto del World Environment Day, la Giornata Mondiale per l’Ambiente indetta dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per il 5 giugno di ogni anno.Secondo la FAO, ogni anno nel mondo vengono gettate 1,3 miliardi di tonnellate di cibo. Soltanto le nazioni ricche ne sciupano 222 milioni di tonnellate, quasi l’equivalente della produzione alimentare totale dell’Africa Subsahariana. Intanto, una persona su 7 nel mondo va a dormire affamata ogni sera e 20 mila bambini sotto i 5 anni di età muoiono di fame ogni giorno.

Eccessi, dimenticanze ed errori di conservazione: l’imperativo del 2013 sarà, per ciascuno, ridurre lo spreco alimentare: la ‘foodprint’, il nostro personale contributo allo sperpero di cibo cui si assiste continuamente.

(source)

 

Virtual-Bio-Parco

google-street-view-1

Naturaitalia.it porta il Bioparco a casa tua. Grazie ad un articolato sistema di telecamere, montate a bordo di mezzi speciali (come il triciclo ‘trike’ di Google, in grado di scattare foto in movimento) i tecnici Google hanno percorso, fotografato e messo in rete i sentieri piu’ belli dei tre Parchi Nazionali del Gran Paradiso, d’Abruzzo Lazio e Molise e della Sila. Un obiettivo raggiunto grazie alla collaborazione sperimentale tra il ministero dell’Ambiente e Google che, nei prossimi mesi, mapparà anche ulteriori parchi. Un’occasione per conoscere, viaggiare con gli occhi e stimolare il turismo.