Baked by Melissa – 784 Lexington Avenue & 61st Street – NY

Cattura di schermata (128)

Se la cupcake mania rappresenta in Italia un fenomeno relativamente recente, le cupcake esistono nel resto del mondo da più di 25 anni. Ma Melissa Ben-Ishay, dopo aver abbandonato una carriera in pubblicità, ha pensato di introdurre un paio di innovazioni: cupcake più piccole, in stile finger food, e con il proprio nome. Quanto basta per dare quel tocco di umanità in un mercato saturo ed impersonale. A meno di 30 anni, Melissa possiede oggi 9 punti vendita in quel di NYC.New_york_times_square-terabass-620x413

Annunci

La nuova versione di Android ha il nome (quello vero) di uno snack

android_kitkat-620x327

android-kitkat

Android-Kitkat-394x620

Google ha optato per una partnership col colosso dolciario Nestlè per il lancio della nuova versione di Android, il sistema open-source giunto all’edizione 4.4. Si chiamerà Android KitKat e la notizia ha già fatto il giro del mondo a suon di crunch. Big-G non è nuovo a trovate di questo tipo: le versioni precedenti, nei loro nomi in codice, si rifacevano spesso a nomi di snack di varia natura, da Jelly Bean passando per Frojo, Ice Cream Sandwich, Cupcake e Gingerbread.  Questa volta però ha deciso di vendere il nome (tenuto segreto sino al lancio della campagna al World Mobile Congress 2013 tenutosi a Barcellona) associandolo ad uno specifico prodotto con tanto di iniziativa promozionale che invita gli utenti a comprare barrette al cioccolato al fine di vincere un tablet Nexus 7. Le barrette al cioccolato di casa Nestlè sono un prodotto dalla connotazione netta e riconosciuta in tutto il mondo da più di ottant’anni. Uno snack di successo assoluto sempre giovane, che si adatta perfettamente al carattere aperto ed innovativo di Android, un traino di assoluto valore. Ma non manca chi ritiene sia dietro l’angolo il rischio di veder dominato Android in termini di riconoscibilità e legare il sistema operativo ad una serie di variabili e fail incontrollabili da parte di Google legandosi a qualcosa che non è in grado di controllare in toto.

via

La mappa della metro di Roma, come la vorrebbero tutti i romani

I-have-a-dream

Tic Edizioni, casa editrice romana, ha realizzato “I Have a Dream”, una finta mappa della metropolitana di Roma. Oltre alle linee A e B sono state aggiunte una decina di immaginarie linee della metropolitana: ci sono fermate della metro a San Lorenzo, al Gianicolo, a Campo de’ Fiori, sull’Isola Tiberina e moltissimi collegamenti con le zone più periferiche (incluso un avveniristico prolungamento della Linea A fino a Pomezia). Una mappa che fa sognare qualsiasi romano, da anni in attesa del completamento dei lavori della terza linea, la C, e alle prese tutti i giorni con le difficoltà del traffico e del trasporto su gomma in generale.

Per vedere la mappa nelle dimensioni originali clicca qui.

La mappa delle parole più cercate sui siti porno

pornhub-searches

PornHub (primo sito porno al mondo per numero di visite) ha pubblicato le statistiche sulle parole più ricercate sul proprio portale. Ne sono state così ricavate alcune mappe degli USA divise per chiavi di ricerca, da cui viene fuori che la parola più ricercata è “teen”, che le “milf” non vanno molto sulla West Coast e che, sorprendentemente, alle Hawaii ricercano molto “hawaii”.

(via)

L’orchidea che sembra una scimmia

cfa04ddac92ae574b212e915fe63d579

La rara quanto strana orchidea Dracula Simia cresce nelle regioni montagnose di Ecuador, Colombia e Perù. La sua prima particolarità è sicuramente quella relativa ai colori dei suoi petali che, guardati con le giuste condizioni di illuminazione, sembrano il volto di una scimmia. Ma a rendere speciale questo fiore sono anche le punte estreme, che ricordano i denti del vampiro di Bram Stoker, da qui il nome Dracula. Particolare è anche il profumo della Dracula Simia che ricorderebbe quello di un’arancia acerba.